English EN Italian IT


    In principio per evitare e limitare i danni del soprasuolo coltivabile, le pirriere nascevano sotterranee, formate da pilastri e gallerie, si svilupparono in una fitta rete di gallerie e cunicoli, che ancora oggi attraversano tutta Aspra fino ad arrivare a Bagheria. Gradualmente, con l’aumento di richiesta le cave si spostarono a cielo aperto. Il terreno della cava era diviso in campi. I fronti di cava venivano divisi in gradini, chiamati peli diretti. Con la mannara, utensile ibrido tra ascia e piccone, venivano ricavati diversi tagli e misura di pietra come "balatoni" piuttosto che "palmarizzi o terzaroli", a cui corrispondevano diversi tipi di qualità di pietra come lo "smarrato" per la lavorazione più comune e l'intaglio a grana più fine ed omogenea.

    Questo sito utilizza il servizio di traduzione automatica Google Translate.


    tutti i giorni dalle 8 alle 22

    B&B Pirriera | Corso Baldassare Scaduto, 93, 90011 Bagheria (Pa)
    327 5416502 - 333 9143549 | bb@bbpirriera.it
    Copyright 2019-2020 | Powered EffeGrafica.it